domenica 26 dicembre 2010

Agostino Tassi, una vita tra arte e processi



Ai tempi di Caravaggio, operavano molti altri artisti che associarono  alla loro bravura artistica, una vita piuttosto movimentata, tutt'altro che irreprensibile. Agostino Tassi è uno di questi. Egli è diventato celebre non tanto per le sue doti di  paesaggista e quadraturista, cioè colui che collaborava con altri artisti dipingendo ardite prospettive architettoniche, ma per i numerosi processi per stupro, incesto, sodomia, furti, debiti e addirittura accuse di omicidio. Il processo più noto fu quello che lo vide imputato dello stupro nei confronti di una delle poche protagoniste femminili della Storia dell'arte: Artemisia Gentileschi, uscendone, vista la tolleranza del tempo circa le violenze nei confronti delle donne, con soli otto mesi di reclusione. 

Nessun commento: