mercoledì 25 giugno 2008

I Macchiaioli, fame e arte


I pittori che diedero vita a quel nuovo genere pittorico definito macchiaiolo si riunivano a Firenze con un gruppo di artisti che si ritrova ad un Caffè Michelangelo di Via Cavour. Tra i suoi frequentatori del locale c'era tra gli altri anche Lorenzini (il Collodi di Pinocchio). Gli artisti, senza soldi e sempre con fame arretrata, erano alla ricerca disperata di un pasto dopo le chiacchere e gli scherzi al caffè. Telemaco Signorini disse:
"L'unica cosa che rimediavamo a credito con le nostre tavolette dipinte era un "lesso ciuco", di dubbia origine, con digestione secolare. "

Nessun commento: