martedì 13 maggio 2008

De Gregori canta Pavese


Negli anni Settanta Francesco De Gregori cantava: “ e Cesare perduto nella pioggia aspettava da sei ore il suo amore, ballerina”. Il riferimento era allo scrittore e poeta piemontese Cesare Pavese (1908-1950), l’autore di “Lavorare stanca” e “La luna e i falò”, allora liceale: e quella era la sua prima delusione sentimentale. Infatti, il giovane Cesare si era innamorato di una cantante-ballerina che si esibiva in un caffè-concerto di Torino, la sua città. Le aveva dato un appuntamento e l’aveva attesa invano dalle sei a mezzanotte (le “sei ore” cantate da De Gregori), al freddo e sotto la pioggia, buscandosi una pleurite che lo tenne lontano da scuola per ben tre mesi.

Nessun commento: