mercoledì 16 aprile 2008

Le stramberie di Dalì


Si dice che Salvator Dalì, sicuramente il più popolare tra i surrealisti, una giorno si recò a prendere una aperitivo presentandosi al bar in groppa a un cammello, con un fiore di giglio in mano e con la piacevole compagnia di una modella vestita da zebra. Un matto? No, era solo uno che sapeva vendere la sua immagine.

Nessun commento: