domenica 20 aprile 2008

Bisogni impellenti



Eduardo Scarpetta, padre di Eduardo, Peppino e Titina De Filippo e uno dei più importanti attori e autori del teatro napoletano tra la fine dell'Ottocento e i primi del Novecento, in una delle sue consuete e piacevoli passeggiate in carrozzella, chiese al vetturino: "Pasquà, fermati". scese dalla carrozzella e si apprestò a fare un bisognino urgente. Ma per sua sfortuna proprio in quel momento fu pizzicato da una guardia municipale che, pur avendolo riconosciuto, non potè evitare di comminargli una multa di due lire e cinquanta per quello che oggi chemeremmo "atti osceni in luogo pubblico". dopo un'animata discussione, durante la quale il Noto commediografo cercò di giustificare la sua azione, fu costretto a pagare l'ammenda. Estrasse dalla tasca una banconota da cinque lire, ma il pubblico ufficiale non era in grado di dargli il resto. Scarpetta allora, dopo qualche secondo di riflessione, rivolto al cocchiere disse: "Pascà scendi e fa pure tu!".

Nessun commento: